IL PERDONO CHÉ DONO DI VITA

(Per la ricorrenza
del perdono di Assisi
1-2 agosto)

Il perdono
che sana l’anima,
quello che ci lava
dal peccato
per essere rigenerati
a nuova vita,
a nuove sensazioni
e orizzonti.

Il perdono
ché dono di Dio,
quello che ci fa guardare lontano,
che ci fa emozionare,
ci consente a rispettarci e ad amarci.

Il perdono
quel gesto immenso,
indescrivibile
che solo un Padre
può dare,
il perdono fatto Madre
che consola,
che abbraccia
e protegge.

Il perdono
sulla croce con Cristo
che si rinnova ogni giorno
affinché giunga la gloria
e la luce,
un perdono fatto alleanza
tra cielo e terra,
stabilito dal Creatore
e implorato da Francesco poverello di Assisi,
per la salvezza di tutti
nel tempo avvenire.

Il perdono
che sa di purezza,
sa di pace,
sa di umiltà e carità…
Il perdono
ché dono di vita.

Roberto Ferro