Eterno Padre, per intercessione di San Francesco, di Santa Chiara, di Chiara Corbella e del beato Carlo Acutis, chiedo la grazia di essere pienamente tua figlia, perché solo così potrò percorrere il cammino di santità che desidero e che hai pensato per me da sempre. Concedimi, babbo celeste, un santo discernimento per indurire il volto verso Gerusalemme e per chiamare i miei peccati per nome, cosicché io possa sperimentare il tuo eterno perdono: o Padre, che io sia liberata alla radice affinché la tua pace mi faccia testimoniare la gioia del risorto e mi conceda di costruire la pace. Chiedo la grazia di vivere la grazia e di farmi grazia, restituendo gratuitamente grazia alla grazia. Chiedo la fedeltà alla tua fedeltà e di essere una piccola esultante per Chi sei, proprio come Maria. Babbo bello, ti chiedo la grazia della lode perenne e in anticipo per tutto ciò che ancora non so, ma che in Te già esiste. Mai per meno di questo!
Sei grande, Padre! Tu sei re e io sono tua figlia! Confido nel tuo Amore. Amen, amen! Alleluia!